Lunedì 30 Marzo 2020
  CORPORATE 

Nella scorsa puntata di #HTrends, abbiamo già avuto modo di concentrarci su alcune sfide che il settore del turismo e dell’ospitalità dovrà affrontare dopo la fine dell’emergenza da Covid-19.

Il turismo, che è basato principalmente sulla mobilità delle persone, è stato purtroppo il primo settore a risentire fortemente dei danni dell’emergenza sanitaria, coinvolgendo inevitabilmente tutto l'indotto.

Gli esperti sottolineano la forte attitudine alla resilienza e alla trasversalità dell’industria turistica, capace di reinventarsi e ripartire velocemente; a tale proposito è necessario delineare da subito un piano d’azione ben strutturato, da implementare gradualmente.

Vi riportiamo alcuni spunti interessanti dall’intervento in videoconferenza di Alessandra Priante, alla guida della Commissione Regionale Europa dell’United Nations World Tourism Organization (UNWTO), in occasione della puntata di giovedì scorso del webinar “United for the Travel Industry”, promosso da Teamwork e Travel Appeal.

Soluzioni su scala globale 

La mission di UNWTO - agenzia dell’ONU che rappresenta la principale organizzazione mondiale di policy del turismo - è la promozione di un turismo responsabile, sostenibile e universalmente accessibile. Post crisi queste caratteristiche assumeranno un ruolo ancora più strategico per il rilancio del settore.

Il turismo necessita di una posizione centrale a livello di governance; non può essere considerato ancillario, in particolare in questa fase di grande vulnerabilità.

Comunicazione e interconnessione

UNWTO ha creato un comitato di crisi per fornire a tutti gli Stati linee guida di intervento ed è particolarmente attiva sul fronte della comunicazione, attraverso campagne social e call to action rivolte a imprenditori e startupper per trovare soluzioni innovative per la rinascita del settore.

Non solo #StayATHome ma anche #TravelTomorrow 

Alle misure d’emergenze deve essere al più presto affiancato un piano per la ripartenza del turismo che consideri la centralità del settore per l’economia mondiale. 

Interconnessione 

Siamo tutti interconnessi. Partendo da questo dato di fatto, per la ripresa delle attività turistiche si dovranno tenere in considerazioni gli sviluppi dell’epidemia nelle diverse aree del mondo dove potranno esserci degli scenari non allineati.

Si potrà ripartire prima dal turismo nazionale? Non è ancora possibile fare previsioni perché i dati non lo consentono ma al primo posto ci sono la salute e la sicurezza di tutti i cittadini.

Big data e Formazione 

Il cambiamento del mercato del turismo e dell’ospitalità era già in atto prima della crisi e, anche per UNWTO, le leve strategiche per affrontarlo sono l’innovazione e la formazione. La condivisione dei dati rappresenta un driver determinante per interpretare gli effetti della crisi e delineare scenari futuri. UNWTO sta lavorando ad una piattaforma digitale internazionale per erogare gratuitamente i corsi di tourism management delle più importanti università.